martedì 15 aprile 2014

Plum cake croccantino, gelato a colazione



Continua la vena revival.
Sono golosissima di gelato, lo sono sempre stata: confezionati, sfusi, artigianali, artificiali, carpigiani, sorbetti. Non fa alcuna differenza per me.
Ah, che ricordi!
Il ricordo più grosso - parafrasando Lucio Dalla - è il croccantino, il gelato della mia infanzia.
Il gelato preferito della mia mamma, della mia nonna e quindi quello più presente nel nostro maxi freezer: per famiglia grande, grande freezer e grandissimo gelato, il migliore di tutti.
Oh, magari non era veramente il più buono, ma si sa, il tempo in cui vive un ricordo aiuta a renderlo più dolce.
So benissimo che potrei mangiarne ancora - non hanno mica smesso di produrli, come purtroppo hanno fatto con alcuni dei miei prodotti favoriti - ma non è il caso, visto che non si smaltisce più come quando eravamo bambini!
Ecco qui l'idea per un dolce da colazione che ricorda quella delizia di gelato.

Plum cake croccantino
Ingredienti:
- 300 gr. di farina 00
- 200 gr. di zucchero
- 40 gr. di cacao amaro
- 100 gr. di amarene
- 70 gr. di sciroppo di amarene
- 230 gr. di acqua
- 80 gr. di mandorle tritate grossolanamente
- 1 bustina di lievito per dolci
- zucchero a velo q. b.

Unire lo sciroppo di amarene e l'acqua e mettere il tutto da parte in una brocca.
In una terrina, mescolare lo zucchero, le mandorle tritate, il cacao e il misto di acqua e amarene.
Aggiungere la farina setacciata con il lievito e mescolare fino a formare una crema omogenea.
Rivestire uno stampo da plum cake con un foglio di carta forno; versare il composto all'interno e livellarlo all'interno dello stampo senza sbatterlo sul piano di lavoro. Inserire le amarene nell'impasto aiutandosi con un cucchiaino spingendole delicatamente.
Infornare in forno caldo a 180° per 45 minuti circa e spolverare di zucchero a velo.


Com'è andata?
Davide non amava particolarmente il croccantino: quando eravamo bambini, lui era quello del classico sfuso e poi più. Anche se non disdegnava cornetti, nonchè magnum o calippi di vari gusti e colori.
Devo dire che anche io avevo una vera e propria passione per il calippo, ma questa è un'altra storia, che si dovrà raccontare un'altra volta.
Quando ho proposto a Davide questo dolce mi ha fatto una gran festa! Leggero, piacevole, semplice... un'ottima colazione.
Ha riso un po' della mia nostalgia da croccantino, ma alla fine anche lui s'è fatto prendere dal gran mix cacao - amarena - granella di mandorle.
Invito chiunque a provare questo dolce e farmi sapere il risultato: vi stupirà!

Con questa ricetta partecipo al contest Old Fashioned Sweetness del blog Aria in cucina


e al contest La colazione perfetta del blog Le cosine buone