giovedì 10 aprile 2014

Spaghetti al prezzemolo, al ritorno da scuola


Oggi nostalgia e tenerezza.
Anni '60: mia madre e mia zia, sorelle, vivevano con il fratello, i genitori e la loro nonna. La loro mamma lavorava, a pranzo rimaneva a mensa al lavoro, e le bambine, arrivando a casa con una fame bestiale, trovavano la nonna che preparava loro da mangiare.
E faceva questi spaghetti al sugo di pomodoro, in cui metteva tantissimo prezzemolo, che la mamma e la zia mangiavano a quattro palmenti.
E dicono che sono la cosa più buona che abbiano mangiato in vita loro.

Spaghetti al prezzemolo
Ingredienti (per 4 persone):
- 350 gr. di spaghetti
- 6 pomodori ramati
- 1/2 carota
- 1/2 cipolla
- 1/2 costa di sedano
- olio extravergine d'oliva q. b.
- abbondante prezzemolo tritato
- parmigiano grattugiato a piacere

Sbollentare i pomodori in acqua leggermente salata per spellarli; tagliare ogni pomodoro in quattro spicchi. Ricavare i filetti di pomodoro tenendo dal parte la buccia, i semi e la parte di polpa più acquosa. Tagliare a cubetti i filetti e metterli in una terrina; usando un colino a maglie fitte, schiacciare con forza le bucce e la polpa acquosa del pomodoro e unirla ai cubetti di pomodoro. In questo modo si ricaverà molto succo che, unito ai filetti, contribuirà al sapore e al profumo del sugo.
Tritare sedano, carota e cipolla e farlo soffriggere dolcemente con un filo d'olio d'oliva in una padella piuttosto ampia.
Unire il sugo di pomodoro e cuocere fino a quando la consistenza non risulterà troppo asciutta.
Regolare di sale ed aggiungere il prezzemolo tritato.
Cuocere gli spaghetti, scolarli molto al dente e terminare la cottura nella salsa di pomodoro, unendo un mestolo di acqua di cottura della pasta.
Servire caldo, spolverando eventualmente di parmigiano grattugiato.

Com'è andata?
Sono fortunata, io ho vissuto con tutte queste donne, ovvero la mia mamma, la mia zia, la mia nonna e la mia bisnonna.
Sono grata, ecco.
E poi questo degli spaghetti al prezzemolo non è un ricordo che appartenga soltanto a mia madre e a mia zia.
Anche a me la nonna - la mia nonna - faceva gli spaghetti al prezzemolo quando tornavo da scuola.
Che erano effettivamente la cosa più buona che abbia mai mangiato.