lunedì 17 febbraio 2014

Zuppa di fagioli e lenticchie, povera bontà


Il pranzo della domenica.
Qui, nel paesello in cui vivo, all'ombra delle due Torri, la domenica è da brodo. Quindi largo a tutti i primi che ci sguazzano dentro.
Senza cattiveria, eh, ma... che noia!
Se non sono tortellini, passatelli o zuppa imperiale (o tagliatelline, la mia passione segreta da casa di riposo, insieme alle mele cotte...), Davide ed io ci annoiamo a morte con il brodo.
Vabbè, niente di tutto ciò. Ma la ricetta non deluderà. Al posto di queste robe buonissime ho cucinato una zuppa di lenticchie e fagioli.
Quel che ne è sortito è una vera e propria bontà. Non esagero. E dire che le zuppe di legumi erano considerate un piatto povero.
E poi ho usato la pentola di coccio, dono di Vale e Giacomo, che è a dir poco adatta a cucinare questa preparazione.
Ho usato un trucchetto di Vito, il cuoco-comico, che probabilmente è il segreto che rende incomparabile questa zuppa... Povero chi non ha mai visto il programma Vito con i suoi... Tenero, divertente e così bolognese da commuovere.

Zuppa di lenticchie e fagioli 
Ingredienti (per 4 persone):
- 250 gr. di lenticchie e fagioli misti
- 1 cipolla bianca
- 1 costa di sedano
- 2 carote
- 1 l. di brodo vegetale
- 4 spicchi d'aglio
- 200 gr. di pancetta affumicata
- 2 cucchiai di concentrato di pomodoro
- sale e pepe q. b.
- olio extravergine d'oliva q. b.
- prezzemolo tritato q. b.

Tritare molto finemente sedano, carota e cipolla e far soffriggere il tutto in una pentola. Aggiungere i legumi dopo averli lasciati in ammollo almeno una notte (meglio 12 ore) e continuare la cottura a fuoco medio mescolando di tanto in tanto. Dopo qualche minuto per rosolare il tutto, cominciare ad aggiungere il brodo aiutandosi con un mestolo; abbassare la fiamma e coprire il tegame.
Continuare ad aggiungere il brodo quando la zuppa risulta asciutta.
Nel frattempo, a parte, tritare molto finemente l'aglio già privato dell'anima e farlo soffriggere in una padella con un filo d'olio fino a quando risulta ben dorato; aggiungere il concentrato di pomodoro e diluire il tutto con poca acqua. Cuocere a fuoco basso per 10 minuti circa e aggiungere il prezzemolo a fuoco spento. Regolare di sale e di pepe.
Poco prima di terminare la cottura della zuppa di legumi, aggiungervi il sugo di pomodoro.
In un'altra padella soffriggere la pancetta affumicata tagliata a cubetti senza aggiungere olio; unirla alla zuppa prima di servirla.

Com'è andata?
Ok, siamo d'accordo: tortellini e pasta tipica da brodo non si discutono.
Ma questa è una zuppa a dir poco deliziosa.
E son scarsa di complimenti.