sabato 15 febbraio 2014

Riso Venere con cavolo rosso e mazzancolle, andiamo a nero


Quando hai un amico con l'orto, non puoi fare altro che approfittarne.
Sta per finire la stagione, ma c'è ancora speranza di mangiare qualche cavolo.
Ebbene, mia suocera ha portato a casa un cavolo rosso, prezioso dono di un amico di famiglia dedito alla coltivazione biologica. Ce lo siamo smezzate in silenzio, con perizia: lei lo consumerà in insalata - è una varietà di cavolo cappuccio, ottimo anche crudo, quindi. 
Io ho deciso di cuocerlo.
In un primo.
Con il riso.
E il pesce.
Quali? Vediamo...
Il cavolo è scuro: riso Venere, allora.
Il riso Venere chiama le mazzancolle.
Via, proviamo.

Riso Venere con cavolo rosso e mazzancolle
Ingredienti (per 4 persone):
- 300 gr. di riso Venere
- 350 gr. di mazzancolle
- 1/2 cavolo rosso di medie dimensioni
- olio extravergine d'oliva q.b.
- prezzemolo tritato q. b.
- sale e pepe nero q. b.

Far bollire il riso in abbondante acqua salata per 45 minuti circa.
Nel frattempo mondare ed affettare molto sottilmente il cavolo rosso; cuocerlo in una padella con un filo d'olio extravergine d'oliva e un bicchiere d'acqua, dovrà risultare ammorbidito, ma non troppo bollito. Regolare di sale e pepe.
Sgusciare e sciacquare le mazzancolle e saltarle velocemente con un filo d'olio extravergine d'oliva. Regolare di sale e pepe.
In una fondina mettere il riso mescolato al cavolo rosso e le mazzancolle.
Spolverare con il prezzemolo tritato.
Servire subito.

Com'è andata?
A me è piaciuto moltissimo il riso nero, che, confesso, non avevo mai usato - languiva nella dispensa in attesa di essere adeguatamente impiegato, infatti. Ha un sapore molto piacevole, sa di biscotto, di pane. Il cavolo rosso è ottimo, vera bontà dell'orto invernale, e il pesce sguazza tra questi due ingredienti.
Anche Davide e mia suocera hanno molto apprezzato, leggero e veloce.
Ah: è ottimo anche freddo... l'ho finito a cucchiaiate dalla pentola...